«È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.» William Shakespeare

giovedì 24 marzo 2011

Risotto primaverile con agretti, zucchine, curry e granella di noci

Sole, tiepido, fiorellini, cielo azzurro!!! E' arrivata la primavera... e con lei si rinnovano anche gli ingredienti nel mio frigorifero. 
Sabato facendo spesa mi sono ritrovata con metà carrello di verdura. Non so se è questo tentativo di "dieta" che sto facendo, a portarmi a cucinare tanta verdura o la voglia di piatti più salutari e freschi. Stà di fatto che questo risottino, messo insieme casualmente, l'ho trovato molto interessante. Leggero e al tempo stesso speziato dalle note del curry... insomma davvero buono!

Risotto primaverile con agretti, zucchine, curry e granella di noci


INGREDIENTI: 2 porzioni
160 gr di riso carnaroli
80 gr di agretti *
1 zucchina media
1/2 piccola cipolla bianca
1 cucchiaio raso di curry
6 noci
brodo vegetale q.b.
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva

PREPARAZIONE:
In una padella antiaderente fate tostare il riso senza alcun condimento. In un tegame da risotto fate rosolare dolcemente la cipolla tritata nell'olio. Aggiungete la zucchina lavata e tagliata a cubettini e metà degli agretti tagliati a pezzetti.
Fate cuocere qualche minuto dopodiché aggiungete il riso. regolate di sale e cuocete il risotto aggiungendo il brodo vegetale ben caldo, unendo un mestolo di brodo alla volta.
A metà della cottura unite i rimanenti agretti e a pochissimo dalla fine unite anche il curry. Completate il risotto cospargendolo con i gherigli di noce spezzettati grossolanamente al coltello. Servite tiepido.

Risotto primaverile con agretti, zucchine, curry e granella di noci


(*) La Salsola soda, che viene anche comunemente chiamata Barba di frate o Barba del Negus, è una pianta dai molteplici usi; è edibile e viene perciò largamente usata in cucina (in questo ambito la pianta viene anche chiamata agretto) e veniva inoltre usata, in passato, quale importante fonte di soda (carbonato di sodio), che veniva estratta dalle sue ceneri dopo combustione.
Le foglie ed i fusti di Salsola soda sono commestibili e largamente usati in cucina, principalmente le piantine giovani e i germogli. La pianta è utilizzata soprattutto nella dieta mediterranea, ed in particolare in Italia e in Spagna (dove è nota con il nome di barrilla). È diffusa anche nella cucina aglosassone, dove viene chiamata con il nome italiano di agretti. In Romagna viene popolarmente chiamata lischi o liscari.
[fonte Wikipedia]


Vorrei condividere questa ricetta "verdurosa" al Weekend Herb Blogging # 276 che Cindy ospita questa settimana. La ringrazio per l'invito a partecipare a questa interessante iniziativa, insieme alle organizzatrici Haalo (organizzatrice in carica) e Bri (organizzatrice italiana) e naturalmente a Kalyn, la fondatrice del WHB.
Weekend Herb Blogging # 276

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore.
Copyright ©2011 GustosaMente - All Rights Reserved

26 commenti:

  1. Molto interessante questo risotto, ed è anche bello da vedere!!! Mi piace moltissimo l'aggiunta del curry! ciao, marina

    RispondiElimina
  2. semplicemente meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  3. si, anch'io a volte faccio il pieno di verdure, salvo poi non riuscire in tempo a cucinare tutto e doverne buttare una parte o, come ora, impiegarci giorni e giorni per svuotare il cassettone. Ma l'operazione "rinnovo dispensa" la trovo sempre una sfida: far fuori tutto il possibile prima della nuova spesa. Il tuo risotto è molto invitante, bei colori, brava!

    RispondiElimina
  4. Che bel risotto colorato e saporito :)
    ..grazie alle tue informazioni ho scoperto solo ora che gli agretti altro non sono che la "barba di frate" che invece conosco benissimo ;) ehhhh non si finisce mai di imparare..
    ciao..

    RispondiElimina
  5. O.O dove c'è curry arrivo! stra buono, io sono una risottara pazzesca!
    :)

    RispondiElimina
  6. ...che bello, sono in arrivo le barbe di frate...nel risotto per me è un'insolita novità...da provare assolutamente!
    Buonissima serata

    RispondiElimina
  7. quanto mi piacciono i risotti !!! Bellissima la versione primaverile, fresca e coloratissima :)))

    RispondiElimina
  8. che delizia questo risotto! da rifare quanto prima!

    RispondiElimina
  9. MI PIACE IL TUO RISOTTO, adesso non mi rimane che trovare gli agretti!

    RispondiElimina
  10. molto primavera!!! davvero bello e buono!

    RispondiElimina
  11. che meraviglia questo risotto. Sa di primavera ed è coloratissimo come piace a me.

    RispondiElimina
  12. molto interessante sto risottino :) e poi gli agretti mi piacciono un sacco :)

    RispondiElimina
  13. Predispone già l'animo talmente è gradevole e colorato. Sono sicura che l'idillio prosegue durante l'assaggio :)

    RispondiElimina
  14. Davvero interessante questo risotto....non ho mai provato a fare il risotto con gli agretti...devo provare!

    RispondiElimina
  15. gli agretti nel risotto??? nooo gli devo provare!!!

    non vorrei deluderti... ma domenica torna il freddo polare!! uffa! :-(

    buon week end ^_^

    RispondiElimina
  16. Ciao, che fantasia per gli ingredienti di questo risotto! BEllissimo questro tiro dal dolce delle zucchine all'amarognolo delgi agretti, ed il tocco di curry da anche una bella nota di colore.
    da provare assolutamente, ma....nel caso non riuscissimo a trovare gli agretti, con cosa potremmo sostituirli?!?
    grazie, baci baci

    RispondiElimina
  17. un risotto primaverile ecco questo mi piace sia per il nome e sia per i colori...bravissima...
    ciao leda
    lia

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutti per i vostri commenti...siete meravigliosi! :)


    @Manu e Silvia
    Non saprei con cosa sostituire il sapore così particolare ed erbaceo degli agretti.... forse degli asparagi selvatici potrebbero starci bene, anche se decisamente più amarognoli.

    RispondiElimina
  19. ieri avevo un gruppo di studenti tedeschi, abbiamo fatto due passi per le colline ed i campi tra Costermano-Bardolino e Garda.
    è stato bello vedere il loro interesse per le cose che raccontavo, la storia, la geologia ma sopratutto la botanica.
    vedere le loro facce quando raccontavo che il pungitopo, la vitalba o il luppolo si mangiava, anzi si mangiano ancora i germogli teneri in primavera è stato bellissimo!
    loro che sono abituati vedere tutto già tagliato, pulito e quasi stirato nelle vaschette del super!


    :-DDD
    bellissima ricetta, Leda e ti ringrazio per aver partecipato al WHB.

    baciuss
    brii

    RispondiElimina
  20. complimenti sia per la foto e per la ricetta...perfetta per la primavera:))
    Buona serata,
    Nena

    RispondiElimina
  21. Stupendamente primaverile!
    Un bacino,S.

    RispondiElimina
  22. grazie, leda, per questa bella ricettina, mi fa voglia solo a vedere la foto molto invitante! (complimenti anche per la bella tovaglia multicolor).
    e pensare che io compro una "barba dei frati" che non ha niente a che vedere con gli agretti ... mah,
    usare il nome vero e proprio delle piante non sarebbe meglio e meno confusionario? :-)
    buonissima serata, la raccolta sarà online domani in giornata.

    RispondiElimina
  23. Hai ragione in questo periodo si ha proprio voglia di cambiare!!!
    Ricco di colore e di sapore! E quella granella croccante è proprio una schicceria!!!
    Donatella

    RispondiElimina
  24. Ho seminato gli agretti il mese scorso ma ancora niente... intanto mi segno la tua ricetta e incrocio le dita!

    RispondiElimina
  25. ciao! ti invitiamo a venire a curiosare questo post :DDD
    http://labandadeibroccoli.blogspot.com/2011/03/and-winner-is.html

    p.s. ricordati di mandarci il tuo indirizzo (bandadeibroccoli@gmail.com)
    p.p.s non avevamo mai provato gli agretti nel risotto, ma ora oseremo :)

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia un commento e non dimenticare la tua firma ... così saprò con chi sto parlando ^_^