«È un cattivo cuoco quello che non sa leccarsi le dita.» William Shakespeare

sabato 15 marzo 2008

Salatini di philadelphia

Scusate se sono rimasta un po' in disparte in questi giorni, un po' per stanchezza un po' per pigrizia. Sarà il cambio di stagione??!!
Ora ho più voglia di dedicare del tempo al mio amato blog, di cui vado tanto fiera. Qualcuno può pensare che sono stupidaggini, ma leggere i vostri commenti e i vostri complimenti, mi riempie di gioia!

Passiamo alle cose serie...
per questi salatini velocissimi da fare, particolarmente ideali per un buffet, devo ringraziare all'infinito "L'Araba Felice" di Cookaround Forum, che ha sperimentato questa ricetta tratta dalla rivista americana "Taste of Home".
Sono croccantini fuori e soffici e "formaggiosi" dentro.
Insomma, uno tira l'altro.... divini!!!!!



INGREDIENTI PER L'IMPASTO:
200 g di farina 00
170 g di philadelphia
40 g di burro morbido
40 g di parmigiano grattugiato
sale

PER GUARNIRE:
semi di papavero
semi di sesamo
timo
origano
paprika
curry
... insomma, le spezie che preferite!

PREPARAZIONE:
Riunite tutti gli ingredienti per l'impasto, in un mixer con le lame.
Fatelo girare a velocità elevata fino a quando si formerà una palla (basta davvero solo qualche minuto).
Ricoprite l'impasto con film trasparente e mettete in frigorifero per 20 minuti.
Nel frattempo riscaldate il forno a 200°C.
Riprendete l'impasto e stendetelo ad uno spessore di mezzo centimetro (non più sottile) con il mattarello.
Ritagliate dalla sfoglia ottenuta i salatini nelle forme che più vi piacciono: stelle, cuori, fiori ...o anche semplicemente rotondi come ho fatto io.
Disponete i salatini sulla teglia ricoperta con carta forno e spargete su ognuno le spezie e le erbe aromatiche che preferite.
Cuoceteli per circa 15 minuti. Attenzione a non farli colorire troppo, altrimenti diventano di sapore amarognolo a causa del formaggio che incomincia a bruciarsi.

NOTE:
- L'impasto si può fare anche a mano, ma se avete un mixer, perché fare fatica?
- Volendolo preparare in anticipo, tenete presente che l'impasto si conserva in frigorifero per 1-2 giorni o potete addirittura congelarlo crudo.

15 commenti:

  1. Davvero interessante l'agigunta di philadelphia. Con i salatini io non riesco mai a fermarmi ...Buon WE, Alex

    RispondiElimina
  2. ciao...bellissimo il tuo blog con tante ricettine gustose...questi salatini per esempio....mi ispirano tantissimo....in un buffet o aperitivo ci stanno divinamente:-)
    Annamaria
    http://ipiaceridellavita.myblog.it/

    RispondiElimina
  3. Che belli e che buoni con la philadelphia che non si trova purtroppo nel mio supermercato, anzi per sentito dire in diversi blog, in Francia non é commercializzata. Devo aspettare il mio ritorno in Italia per provare a farli. Buon fine serata

    RispondiElimina
  4. che sfizziose!!! davvero carine per un antipasto :-) e complimenti per il tuo blog e le tue ricette
    buona serata
    Ely

    RispondiElimina
  5. Appetitosi! L'idea dell'interno formaggioso mi attira parecchio.
    Come mai suggerisci l'uso del mixer con le lame e non con il suo accessorio per impastare? Funziona meglio con le lame?!? Illuminami :-)

    RispondiElimina
  6. L'idea dei salatini formaggiosi mi piace!
    Ciao,
    Aiuolik

    RispondiElimina
  7. alex, sono davvero sfiziosi e quando inizi a mangiarli, non ti fermi più.

    unika, grazie, molto gentile!

    mariluna, non sò se consigliarti di sostituirlo con un altro formaggio fresco spalmabile, perché non ho mai provato a farli se non con il philadelphia. Però è un peccato che non lo vendano in Francia.

    ely... sono venuta a sbirciare il tuo blog e ho visto che sei di Lecco. Io prima di diventare una "bergamasca acquisita" abitavo in provincia di Lecco.

    gallina non avendo purtroppo un impastatore professionale con frusta a gancio, ho notato che l'impasto si raccoglie "a palla" più facilmente se uso le lame di metallo che non con l'attrezzo in plastica per impastare. Non sò per quale motivo, forse perché fà più forza e quindi il mixer lavora meglio..... mistero.

    aiuolik... provali sono formaggiosissimi!!! slurp

    RispondiElimina
  8. Che bella ed originale ricetta!! brava! devono essere buonissimi!!

    Grazia

    RispondiElimina
  9. La foto era servita a stuzzicare la mia curiosità, adesso che ho la ricetta non mi ferma più niente! ;)

    RispondiElimina
  10. Ciao Cipolla, sono agnesegio (cookaround) ho provato giusto questi salatini sabato....che dire? divini...e poi crescono sfogliandosi tutti, una meraviglia, ne ho anche tagliati un paio a metà e li ho faciti con uova di lompo...ti lascio solo immaginare!
    grazie per la ricettuzza (che su cook mi era sfuggita) e complimenti per il tuo blog!

    RispondiElimina
  11. Come al solito meravigliosa!!!

    GnuS

    RispondiElimina
  12. fantastici: l'impasto mi interessa moltissimo! me lo segno :-)

    RispondiElimina
  13. Ti avviso che ho già fatto copia e incolla!! Fantastici! Elga

    RispondiElimina
  14. ciao cipolla,sono proprio belli questi salatini!!!mi ispirano moltissimamente...bacio

    RispondiElimina
  15. I salatini in genere mi piacciono, questi col Philadelphia mi ispirano molto...per ora copio.
    La primavera fa uno strano effetto e penso a quando ci sarà il cambiamento dell'ora legale!
    Sopravviveremo!
    Un abbraccio :-)

    RispondiElimina

Se ti fa piacere lascia un commento e non dimenticare la tua firma ... così saprò con chi sto parlando ^_^